Le terapie

Chemioterapia

La chemioterapia distrugge le cellule tumorali arrestandone la crescita, utilizzando dei farmaci che sono detti antineoplastici.

Le cellule tumorali si riproducono molto più rapidamente di quelle normali; le sostanze utilizzate nella chemioterapia interferiscono con i meccanismi legati alla replicazione delle cellule, uccidendole durante questo processo (azione citotossica).

Perché si fa la chemioterapia?
  • Per ridurre le dimensioni del tumore
  • Per mantenere sotto controllo e rallentare l’evoluzione della malattia
  • Per alleviare i sintomi e i dolori causati dalle metastasi e preservare una discreta qualità della vita.

In passato questa strategia non era comunemente utilizzata nella gestione del tumore della prostata; i vecchi farmaci non si dimostravano infatti particolarmente efficaci. Negli ultimi anni sono stati fatti numerosi progressi e la chemioterapia viene impiegata soprattutto quando il tumore è in fase metastatica, cioè quando si è diffuso fuori dalla prostata e la terapia ormonale non è sufficiente.

 

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Altrimenti accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner.

Ok